Ecommerce: come redigere un business plan

Gestire un negozio online è un lavoro impegnativo, proprio come gestirne uno reale. Perché l’attività sia veramente redditizia e i rischi siano ridotti al minimo è molto importante pianificare ogni cosa in dettaglio.

Questo permette anche di utilizzare il proprio tempo nel modo più efficace e di correggere eventuali errori prima che possano apportare un danno reale agli affari.

Per questo motivo redigere un business plan prima di iniziare è fondamentale.

 

Cos’è

 

Il business plan è uno strumento molto efficace che permette di ottenere una proiezione veritiera di cosa accadrà nei primi tre o cinque anni di attività

. Esso comprende innanzitutto una lista delle voci di spesa.

Dalle tasse all’investimento iniziale, dalla paga di eventuali dipendenti alle spese previste per la spedizione delle merci, nulla deve essere tralasciato.

Per quanto riguarda i guadagni è opportuno che la previsione sia quanto più realistica possibile in modo da ritoccare, dove possibile, le spese.

Da ricordare che una pianificazione per un periodo inferiore a tre anni non è utile perché non permette di tenere conto di tempi tecnici di avviamento del business, dell’efficiacia nel lungo periodo degli investimenti pubblicitari e del tempo necessario ad ammortizzare le spese che normalmente comporta iniziare un’attività di commercio.

 

Elementi fondamentali

 

Una volta inserite tutte le voci di spesa non bisogna dimenticare altri fattori che solo all’apparenza sono trascurabili.

Obiettivi e mission della propria azienda non vanno mai persi d’occhio, va tenuto conto anche delle proprie competenze di marketing o tecniche per stabilire a priori quando si può fare da soli e quando bisogna farsi affiancare da un esperto.

Nel caso di un negozio online, infatti, sito web e fotografie sono di fondamentale importanza.

Il primo deve essere accattivante e semplice da navigare, le seconde sono indispensabili perché i clienti non possono toccare con mano la merce.

Affidarsi a dei professionisti è una spesa di cui tenere conto.

 

Analisi di mercato

 

Un buon business plan per un negozio online non può assolutamente trascurare il target di riferimento e le tecniche SEO.

Il mondo del web è quanto mai vasto, farsi trovare dai clienti e comparire nelle prime pagine dei motori di ricerca è indispensabile.

Una spesa da pianificare con attenzione, quindi, è quella necessaria a pubblicizzare il proprio e-shop nei canali più appropriati e a convertire i click dei visitatori in acquisti.

Un’attenta pianificazione aiuta a capire se le conversioni sono effettivamente abbastanza da coprire le spese.

 

Rischi e prevenzione

 

Ogni attività imprenditoriale, piccola o grande che sia, comporta dei rischi.

Un negozio online non è diverso. I possibili punti deboli vanno inseriti anch’essi nel business plan insieme ad una opportuna strategia per la soluzione dei problemi.

È da tenere presente, comunque, che anche l’avvio di un’attività online comporta dei tempi di ammortamento di qualche mese e cioè un periodo iniziale in cui il business è in perdita.

Questo non deve destare eccessiva preoccupazione poiché trascorsa questa fase le vendite si trasformeranno in guadagno vero e proprio.

Log in