Azioni Eni: sono convenienti?

Prima di addentrarci nel discorso, per capire se conviene investire in azioni ENI, è bene fornire un quadro generale che spieghi come investire in azioni.

La pratica di comprare e vendere azioni in borsa, infatti, si sta diffondendo sempre di più.

E sono soprattutto i piccoli investitori a cercare di far fruttare il proprio capitale tramite degli investimenti nel mercato azionario.

Ma questo mercato, sebbene se ne parli quotidianamente, anche al telegiornale o su internet, è abbastanza enigmatico, e la maggior parte delle persone non ne conosce il funzionamento.

 

Come acquisire delle azioni

 

Tramite l’acquisizione delle azioni, un semplice risparmiatore può diventare un azionisti della società.

L’acquisizione delle azioni può avvenire, attraverso un istituto di credito, che funge da intermediario, come una banca, o in maniera diretta sul web.

Effettuando la ricerca “Eni” dalla sezione in cui è presente la lente di ingrandimento potrete selezionare il numero di azioni da acquistare, aggiungendole al vostro Portafoglio.

Appena saranno disponibili delle azioni libere l’operazione sarà completata.

 

Cosa sapere prima di acquistare delle azioni

 

Il procedimento è abbastanza semplice, ma prima di investire dei soldi, vi consigliamo di studiare il mercato azionario e di rivolgervi comunque ad un esperto del settore finanziario.

Solo in un secondo momento procedete all’acquisto delle azioni in totale autonomia.

 

La situazione di Eni Spa

 

ENI Spa è la più grande società del settore energia, presente in Italia.

Trattandosi di una multinazionale può contare su decine di migliaia di dipendenti, e godere di una forte rappresentanza soprattutto all’estero.

Comprare azioni ENI vuol dire sicurezza.

La società, infatti, nonostante non faccia più capo allo Stato Italiano, per via delle parziali dismissioni avvenute nel corso dei decenni, è riuscita ad evolversi nel tempo, restando ancora oggi uno dei titoli azionari più importanti del mercato finanziario.

Le azioni Eni, che possono annoverare tra i propri azionisti delle prestigiose banche cinesi, sono quotate alla Borsa di Milano con una quotazione odierna pari 15,50 euro per azione, in leggera flessione dopo i 16,76 punti toccati il 15 maggio scorso, ma in pur sempre in rialzo dopo il minimo di 13,40 punti del 5 marzo scorso.

 

La situazione attuale della società Eni Spa

 

Attualmente, come dicevamo, il trend è costante, ed in leggera crescita, favorito dalla recente firma di due accordi su siti egiziani nel Mar Mediterraneo.

Tale accordo, infatti, ha portato ad un impatto sostanzialmente positivo sull’andamento societario.

Un motivo di preoccupazione, potrebbe darlo, il prezzo instabile del petrolio, favorito dal crollo del prezzo del barile.

 

Il pagamento dei dividendi da parte di Eni

 

Ogni anni Eni Spa, liquida il dividendo sulle azioni ai propri investitori.

Questa operazione viene, in genere, effettuata due volte all’anno: a maggio e a settembre.

Considerando che il dividendo è quasi sempre uno dei migliori di Piazza Affari, Eni risulta sempre una buona forma di investimento, soprattutto nel medio termine.

Log in